È Luca Panzani bis: il pilota lucchese conquista ancora il Rally del Carnevale

È stato un dominio assoluto, quello di Luca Panzani sulle strade del 38° Rally del Carnevale, appuntamento che ha interessato le strade della Versilia nel fine settimana. Il pilota lucchese, al volante della Skoda Fabia R5 messa a disposizione e curata in campo gara da Pavel Group, ha condiviso con la copilota Alessia Bertagna la seconda affermazione sulle strade “disegnate” da Automobile Club Lucca, in co-organizzazione con Laserprom 015. Dopo aver preso il comando della corsa fin dall’epilogo della prima prova speciale “Stiava”, il portacolori della scuderia Jolly Racing Team ha consolidato il vantaggio sugli avversari nella fase centrale di gara, adottando una tattica conservativa nell’ultima frazione del confronto. 

Alle spalle della Skoda Fabia R5 del leader, in seconda posizione, si era insediata la Volkswagen Polo R5 portata in gara da Gabriele Ciavarella e Michele Perna, fuori causa per un’uscita di strada sulla terza prova speciale. Un ritiro, quello del driver massese, che ha posto sotto la luce dei riflettori il confronto tra Antonio Rusce – all’esordio su Hyundai I20 Rally 2 ed affiancato da Giulia Paganoni – e “Pedro”, al debutto su Volkswagen Polo R5 con Roberto Mometti nel ruolo di copilota. L’ultimo tratto in programma ha visto Antonio Rusce prevalere nei confronti del diretto avversario e conquistare la seconda posizione assoluta confermando le gerarchie maturate sui chilometri della penultima prova speciale, teatro del sorpasso su “Pedro”.  

In quarta posizione assoluta, prima tra le vetture a due ruote motrici, la Peugeot 208 Rally 4 di Gianandrea Pisani e Fabrizio Vecoli, attesi ad una stagione 2022 ambientata sulle strade del Campionato Italiano Assoluto Rally. Una condotta autoritaria, quella del pilota versiliese, espressa nelle alte sfere della classifica assoluta fin dalle prime fasi di gara. A chiudere la “top five” la Skoda Fabia R5 di Davide Giovanetti, in coppia con Alessio Rossi, impegnato in una gara test in vista della programmazione imbastita sulle strade dell’International Rally Cup. 

Ritorno sui sedili della Skoda Fabia R5 decisamente soddisfacente per Alessandro Bindi, protagonista in sesta piazza con Sandro Sanesi a dettare le note. Tornato sulle strade del “Carnevale” dopo un anno di inattività, il driver è riuscito a prevalere nel confronto – risolto sull’ultima prova speciale – con Dawid Tanozzi, affiancato da Luca Ambrogi su Skoda Fabia R5.  In ottava piazza la Skoda Fabia R5 di Giorgio Sgadò e Cristian Panzani, equipaggio atteso sui chilometri della Coppa Rally di Zona 2022. Alle spalle della “boema” portata in gara dal pilota massese, la Renault Clio S1600 di Nicola Paolinelli e David Castiglioni, con il driver lucchese tornato alle competizioni dopo due anni di inattività. A chiudere la “top ten” la Renault Clio Williams di Luciano D’Arcio ed Elisa Filippini, equipaggio vincitore dell’edizione 2017 della gara. Tra i ritiri eccellenti, quello della Skoda Fabia R5 Evo di Alessio Della Maggiora e Sauro Farnocchia, protagonista di un’uscita di strada senza conseguenze per l’equipaggio sui chilometri della sesta prova speciale, quando il pilota lucchese si trovava in quarta posizione assoluta. 

Il 38° Rally del Carnevale ha proposto agli equipaggi cinquantatre chilometri di agonismo, espressi sulle prove speciali “Stiava”, “Orbicciano” e “Loppeglia”, con il coinvolgimento di Viareggio – protagonista di un passaggio per controllo a timbro ambientato in Piazza Maria Luisa – che ha reso protagoniste le vetture dopo aver disceso la pedana di partenza di Piazza Provenziali, a Massarosa, cornice che ha caratterizzato anche la cerimonia di arrivo. 

Classifica finale: 1. Panzani-Bertagna (Skoda Fabia) in 39’56.2; 2. Rusce-Paganoni (Hyundai I20) a 30.1; 3. ”Pedro”-Mometti (Volkswagen Polo) a 33.6; 4. Pisani-Vecoli (Peugeot 208) a 1’53.6; 5. Giovanetti-Rossi (Skoda Fabia) a 2’17.6; 6. Bindi-Sanesi (Skoda Fabia) a 2’25.8; 7. Tanozzi-Ambrogi (Skoda Fabia) a 2’35.8; 8. Sgado’-Panzani (Skoda Fabia) a 2’53.3; 9. Paolinelli-Castiglioni (Renault Clio) a 2’59.1; 10. D’Arcio-Filippini (Renault Clio Williams) a 3’01.7; 

AC Lucca invita i concorrenti a confermare l’iscrizione inviata in fase preliminare

Problemi tecnici che hanno interessato il portale utilizzato dagli organizzatori durante le fasi di pre-iscrizione alla gara, hanno causato la perdita dei dati precedentemente raccolti

Lucca, 4 febbraio 2022 – Automobile Club Lucca invita i concorrenti del 38° Rally del Carnevale che avevano inviato l’iscrizione in fase preliminare, a confermarla via mail tramite l’indirizzo iscrizionilaserprom@gmail.com

Una richiesta, quella condivisa con Laserprom 015, legata alla perdita dei dati acquisiti in fase di pre-iscrizione e causata da un problema tecnico che ha interessato il portale dedicato.

Informazioni complete e documentazione disponibile all’interno del sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo www.rallydelcarnevale.it 

Nella foto (free copyright UMDC): una delle vetture protagoniste della precedente edizione.  

Automobile Club Lucca dà appuntamento ai giorni 12-13 febbraio

Nuove linee guida per il 38° Rally del Carnevale – Automobile Club Lucca pronta ad accendere i motori della stagione rallistica toscana: format rivisto, con il confronto che si correrà interamente con la luce del giorno. Invariati i contenuti della proposta, con le prove speciali “Loppeglia”, “Stiava” ed “Orbicciano” protagoniste. Iscrizioni prorogate fino a lunedì 7 febbraio.

Lucca, 31 gennaio 2022 – Saranno le giornate di sabato 12 e domenica 13 febbraio, a regalare le prime sonorità alla stagione rallistica toscana. Automobile Club Lucca ha ufficializzato la nuova “data” per il 38° Rally del Carnevale, mantenendo inalterati i contenuti previsti all’origine ma rivisitando il format in chiave diurna.
Una corsa contro il tempo, quella condivisa dall’istituzione automobilistica provinciale con i co-organizzatori di Laserprom 015, che ha visto le parti impegnate affinché venisse garantito lo svolgimento del confronto, rimodulandone le linee temporali ma lasciando alle prove speciali “Loppeglia”, “Stiava” ed “Orbicciano” l’onere di assegnare le posizioni in classifica, con Massarosa sede di partenza ed arrivo della gara. Un connubio d’intenti che ha reso parti integranti della manifestazione anche i comuni di Pescaglia e Camaiore, con Viareggio che vedrà le vetture sfilare in occasione di un “controllo a timbro”, ambientato nello stesso scenario che per molti anni ha contraddistinto la manifestazione ovvero Piazza Maria Luisa.

IL NUOVO PROGRAMMA DI GARA: ISCRIZIONI APERTE FINO A LUNEDI’ 7 FEBBRAIO

Riflettori sull’evento accesi da venerdì 11 febbraio e puntati sul parco assistenza ubicato in via del Brentino, a Massarosa, service aperto ai team a partire dalle ore 16,30. Nella stessa serata sarà consentito lo svolgimento delle ricognizioni autorizzate con vetture di serie e la consegna dei documenti relativi alle verifiche tecniche, che avranno luogo l’indomani – sabato 12 febbraio – giornata che vedrà l’accensione dei motori delle vetture protagoniste, attese sui primi chilometri della prova speciale “Stiava” per lo shakedown, il primo approccio degli equipaggi con l’asfalto della Versilia.

Tre, le prove speciali che verranno ripetute nell’intera giornata di domenica 13 febbraio, “Loppeglia”, “Orbicciano” e “Stiava”, ripetute fino al raggiungimento di cinquantatre chilometri cronometrati. A fare da cornice alla partenza sarà Piazza Provenzali, a Massarosa dove – alle ore 8 – la prima vettura calcherà la pedana per poi dirigersi verso la prima prova speciale Stiava, in programma alle ore 8.55. Alle ore 10.03 saranno i chilometri di Loppeglia ad elevarsi protagonisti, seguiti dai passaggi su “Orbicciano”, alle ore 10.31 ed ancora su “Stiava”, alle 11.23. Di grandi contenuti, quindi, la prima fase di gara: quattro passaggi che vedranno delinearsi la classifica provvisoria ed ai quali seguirà un trittico che già si preannuncia decisivo ai fini degli equilibri espressi dalla gara, con “Loppeglia” a riaprire le ostilità alle ore 14.32, “Orbicciano” in programma alle ore 15 e “Stiava” alle 15.52. L’ultima prova speciale prevista renderà protagonisti gli otto chilometri di Orbicciano, alle 17.51, asfalto che vedrà poi i protagonisti avviarsi verso Piazza Provenzali a Massarosa, con l’arrivo della prima vettura previsto alle ore 18.42.  

Due, le occasioni che vedranno gli equipaggi esprimere la tattica di gara sotto i paddock del parco assistenza di via del Brentino, a Massarosa: una dopo il primo giro di prove speciali, dalle ore 12.55 e l’altro alla vigilia della partenza dell’ultimo tratto cronometrato, con le vetture che entreranno in “service park” dalle ore 16.34. Operazioni anticipate da due riordinamenti affidati agli ampi spazi messi a disposizione da Conad Massarosa, parte integrante di un appuntamento che vedrà scrupolosamente rispettate le normative vigenti in tema di contrasto alla diffusione del virus Covid-19 e che avrà in Lucca Corse un valido supporto dal punto di vista operativo. Al fine di garantire agli equipaggi interessati un margine temporale più ampio, Aci Sport ha accordato la richiesta di proroga dei termini di iscrizione, fissata a lunedì 7 febbraio.

Informazioni complete e documentazione disponibile all’interno del sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo https://www.rallydelcarnevale.it

Nella foto (free copyright UMDC): una delle vetture protagoniste della passata edizione, la Skoda Fabia R5 di Antonio Rusce.  

Automobile Club Lucca verso il rinvio del 38° Rally del Carnevale

L’istituzione automobilistica, in concerto con Laserprom 015, comunica il rinvio della gara concentrandosi verso lo svolgimento della stessa a domenica 13 febbraio, con il format rivisto in versione diurna. Al centro della proposta, l’esigenza di garantire a praticanti ed “addetti ai lavori” ulteriore tempo disponibile per adeguarsi alle nuove normative in tema di contrasto al virus Covid-19.

Lucca, 24 gennaio 2022

Automobile Club Lucca ha deciso di rinviare il 38° Rally del Carnevale – appuntamento che si sarebbe dovuto svolgere nel fine settimana 5/6 febbraio – e sta lavorando per proporre la gara ad una settimana di distanza dalla data originaria, nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 febbraio. Una decisione condivisa con Laserprom 015, co-organizzattrice della manifestazione e dettata dall’esigenza di garantire a praticanti ed “addetti ai lavori” un ulteriore lasso di tempo disponibile per potersi adeguare al protocollo nazionale, recentemente aggiornato in tema di contrasto alla diffusione del virus Covid-19. 

Lo slittamento della gara imporrà agli organizzatori la rivisitazione del format da notturno a diurno, abbandonando quindi l’idea di riproporre la versione che ha reso celebre la gara nei suoi brillanti trascorsi. Un rinvio che, una volta approvato da Aci Sport, manterrà in programma i passaggi sulle tre prove speciali “Loppeglia”, “Stiava” ed “Orbicciano”, con Massarosa ad ambientare partenza ed arrivo della manifestazione.  

Nella foto (free copyright UMDC): una delle vetture protagoniste della passata edizione. 

Il 38° Rally del Carnevale entra nel vivo: iscrizioni aperte dal 12 gennaio

Sarà la mezzanotte di mercoledì 26 gennaio, il termine ultimo per partecipare all’appuntamento inaugurale della stagione rallistica italiana, messo a calendario da Automobile Club Lucca nei giorni 5 e 6 febbraio. 

Lucca, 12 gennaio 2022 – Con l’apertura delle iscrizioni – dalla giornata odierna, mercoledì 12 gennaio – il 38° Rally del Carnevale è entrato nella sua fase più vivace, quella che accompagnerà i protagonisti all’accensione dei motori, sabato 5 febbraio, con la Versilia a salutare l’avvio della stagione rallistica italiana. Grande, il fermento alimentato dall’ufficialità del ritorno del “Carnevale” alla versione notturna: una scelta che ha garantito ad Automobile Club Lucca ampi consensi tra praticanti ed appassionati, regalando nuovamente al confronto il fascino che l’ha contraddistinto negli anni. Un rinnovato impegno, quello dell’istituzione automobilistica, condiviso in co-organizzazione con Laserprom 015 a conferma della bontà di una comunione d’intenti che – dopo anni di assenza – ha restituito la gara al calendario nazionale. Le procedure di iscrizione rimarranno aperte fino all’intera giornata di mercoledì 26 gennaio.

La gara: tre prove speciali, otto passaggi, cinquantasei chilometri di agonismo.

Tre, le prove speciali che – nella notte tra sabato 5 e domenica 6 febbraio – catalizzeranno l’attenzione dei protagonisti, mettendo alla prova le loro energie mentali e fisiche sui chilometri di “Loppeglia”, “Orbicciano” e “Stiava”, da percorrere fino al raggiungimento di cinquantasei chilometri cronometrati. Due “giri di speciali” completi ed una fase finale che punterà i riflettori sulla ripetizione delle sole “Orbicciano” e “Stiava”: questi i contenuti attraverso i quali Automobile Club Lucca garantirà al Rally del Carnevale il ritorno al format che lo ha reso celebre, con la notte assoluta protagonista di un appuntamento che già si preannuncia di alto profilo e che vedrà il supporto operativo di Lucca Corse. Il Rally del Carnevale vedrà rispettate tutte le procedure previste per il contrasto alla diffusione del virus Covid-19, come predisposto dal protocollo nazionale Aci Sport.

Massarosa, Viareggio, Pescaglia e Camaiore al centro del primo appuntamento della stagione italiana.

Sarà Lido di Camaiore ad abbracciare il quartier generale della manifestazione, con gli spazi messi a disposizione dall’hotel Bixio adibiti a direzione gara e sala stampa. Piazza Provenzali, a Massarosa, sarà invece “teatro” della partenza (in programma allo scoccare della mezzanotte di sabato 5 febbraio) e di arrivo, previsto alle ore 9.35 dell’indomani. Lo stesso comune accoglierà tre riordinamenti, tutti affidati agli ampi spazi messi a disposizione dal punto vendita Conad mentre, in via del Brentino, saranno “di scena” le operazioni di parco assistenza, con le vetture che – in due diverse occasioni – vedranno i protagonisti esprimere le tattiche di gara supportati dalla professionalità dei rispettivi team. All’appello – come tradizione vuole – non poteva mancare Viareggio, con Piazza Maria Luisa che vedrà le vetture sfilare in occasione di un “controllo a timbro”, ambientato nello stesso scenario che per molti anni ha contraddistinto la manifestazione. A livello agonistico, il primo approccio del territorio con la gara sarà su una porzione di chilometri della prova speciale Stiava, teatro dello shakedown – il test con vetture da competizione – in programma nel pomeriggio di sabato.

Il programma di gara è disponibile sul sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo www.rallydelcarnevale.it.

Nella foto (free copyright UMDC): una delle vetture protagoniste della passata edizione, la Volkswagen Polo R5 di Gabriele Ciavarella.

Un Rally del Carnevale da amarcord, con la notte assoluta protagonista

Automobile Club Lucca svela le linee della “Prima” stagionale

Torna la notte, tenendo fede alla tradizione che l’ha reso celebre, a caratterizzare l’appuntamento che apre la stagione rallistica 2022. 

Tre, le prove speciali in programma, “Loppeglia”, “Orbicciano” e “Stiava”. A breve saranno aperte le iscrizioni.

Lucca, 7 gennaio 2022 – Ricalcherà le linee tracciate dai suoi celebri trascorsi, la trentottesima edizione del Rally del Carnevale. La gara, promossa da Automobile Club Lucca in co-organizzazione con Laserprom 015 ed in programma nei giorni 5-6 febbraio, tornerà a disputarsi in notturna regalando al palcoscenico nazionale una proposta di grandi contenuti, la prima della stagione rallistica 2022. Un ritorno al passato, quindi, valorizzando gli elementi che hanno garantito consensi alla precedente edizione, quella che ha visto l’istituzione automobilistica provinciale contribuire in prima persona al ritorno sulla “scena” di uno degli appuntamenti che ha scritto – negli anni – pagine indimenticabili della storia motoristica italiana.

Riflettori accesi da venerdì 4 febbraio, puntati sul parco assistenza ubicato in via del Brentino, a Massarosa, service aperto ai team a partire dalle ore 14,30. Nella stessa serata, sarà consentito lo svolgimento delle ricognizioni autorizzate con vetture di serie e la consegna dei documenti relativi alle verifiche tecniche, che avranno luogo l’indomani – sabato 5 febbraio – giornata che vedrà l’accensione dei motori delle vetture protagoniste, attese sui primi chilometri della prova speciale “Stiava” per lo shakedown, il primo approccio degli equipaggi con l’asfalto della Versilia.

Tre, le prove speciali che verranno percorse nella notte tra sabato 5 e domenica 6 febbraio, “Loppeglia”, “Orbicciano” e “Stiava”, ripetute fino al raggiungimento di cinquantasei chilometri cronometrati. A fare da cornice alla partenza sarà Massarosa dove – in Piazza Provenzali – allo scoccare della mezzanotte la prima vettura calcherà la pedana per poi dirigersi verso la partenza della prima prova speciale Loppeglia, in programma alle ore 1,00. Due “giri di speciali” completi ed una fase finale che punterà i riflettori sulla ripetizione delle sole “Orbicciano” e “Stiava”: questi i contenuti che decideranno la classifica elevando il vincitore alle ore 9,35 di domenica 6 febbraio, premiato sulla pedana d’arrivo di Massarosa, sempre in Piazza Provenzali. Una sinergia, quella tra Automobile Club Lucca e Laserprom 015, supportata dal punto di vista operativo dallo staff di Lucca Corse, a conferma di una comunione d’intenti in grado di garantire alla stagione rallistica italiana un ambizioso biglietto da visita. Previsti tre riordinamenti, tutti affidati agli ampi spazi messi a disposizione da Conad Massarosa, parte integrante di un appuntamento che vedrà scrupolosamente rispettate le normative vigenti in tema di contrasto alla diffusione del virus Covid-19.

Sport e territorio: un legame concretizzato grazie alla fattiva collaborazione instaurata tra Automobile Club Lucca ed i comuni di Massarosa, Pescaglia e Camaiore, a condivisione di un progetto dal format “nazionale” che vedrà l’apertura della fase di iscrizione nei prossimi giorni, non appena la federazione nazionale provvederà alla pubblicazione dei regolamenti di settore e di gara per la stagione sportiva 2022.
Il programma di gara è disponibile sul sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo www.rallydelcarnevale.it.

Nella foto (free copyright Martino Areniello): il podio finale dell’edizione 2021.

ACI Lucca accende i motori del 2022 con il rally del Carnevale

Sarà il Rally del Carnevale ad inaugurare la stagione sportiva nazionale 2022. L’appuntamento promosso da Automobile Club Lucca – con conferma del format “Nazionale”, quindi aperto alle vetture di riferimento assoluto, quelle della classe R5 – coinvolgerà le strade della Versilia nei giorni 5 e 6 febbraio. Una collocazione temporale, quella legata alla trentottesima edizione del confronto, che ha garantito all’appuntamento il prestigioso onere di apertura della nuova programmazione rallistica italiana, confermando la tradizione che vuole il “Carnevale” occasione per testare le vetture in vista dell’avvio dei campionati nazionali.

 Come nella precedente e fortunata edizione – la prima che ha interessato in prima persona Automobile Club Lucca – verrà riproposta la co-organizzazione con Laserprom015 ed il supporto operativo di Lucca Corse. Una comunione d’intenti che garantirà all’evento la massima sicurezza sia in ambito agonistico che sociale, in quanto verranno adottate tutte le misure di contenimento opportune in contrasto alla diffusione del virus Covid-19.

 Viareggio, Massarosa, Pescaglia e Camaiore, questi i comuni che abbracceranno la trentottesima edizione del Rally del Carnevale, parti integranti di un progetto che fa leva sulle particolarità del territorio, elemento cardine di un evento di respiro nazionale.

Ad elevarsi vincitori della precedente edizione furono Luca Panzani ed Alessia Bertagna, su Skoda Fabia R5, protagonisti di un acceso confronto al vertice che li vide contrapposti ad Alessio Profeta (Skoda Fabia R5) e Thomas Paperini, con il pilota pistoiese al primo approccio con la Skoda Fabia R5 in versione evoluta. La “top five” venne completata da Gabriele Ciavarella (quarto su Volkswagen Polo R5) e dal grossetano Leopoldo Maestrini, anch’egli al volante di una Volkswagen Polo R5.

A LUCA PANZANI (SKODA FABIA R5) IL 37° RALLY DEL CARNEVALE

Sono Luca Panzani Alessia Bertagna i vincitori del 37° Rally del Carnevale, evento organizzato da Automobile Club Lucca in collaborazione con Laserprom 015 e Lucca Corse che, nel fine settimana, ha interessato il territorio della Versilia. La gara, tornata dopo anni di assenza nel calendario nazionale, è stata caratterizzata fin dalle prime battute da un acceso confronto che ha interessato il campione italiano rally Under 25 Alessio Profeta e il lucchese Luca Panzani, tornato al volante sulla Skoda Fabia R5 che, sei mesi prima, gli aveva garantito la vittoria al Rally “Il Ciocco” valido per la Coppa Rally di Zona. A garantire la leadership al portacolori della scuderia Jolly Racing Team è stata la terza prova speciale “Pedona”, chilometri che lo hanno visto prevalere in classifica provvisoria sul diretto avversario Alessio Profeta, alla prima esperienza con la versione “Evo” della Skoda Fabia R5. Un primato legittimato nel prosieguo di gara e concretizzato all’arrivo nella splendida cornice della Cittadella del Carnevale, epilogo di un evento disputato a “porte chiuse” in ottemperanza alle disposizioni previste dal protocollo generale Aci Sport per il contenimento della diffusione del virus Covid-19. Per Alessio Profeta e il copilota Sergio Raccuia, l’esordio sulla nuova evoluzione “boema” si è tradotto in una seconda posizione assoluta. Un risultato di spessore, in virtù di una scarsa conoscenza di un percorso mai affrontato in carriera. Sul terzo gradino del podio si sono imposti Thomas Paperini e Simone Fruini, sulla Skoda Fabia R5 Evo curata dal team MM Motorsport. L’equipaggio pistoiese, proiettato verso le strade del Campionato Italiano Rally, si è reso protagonista in quella che era stata presentata come gara test in ottica tricolore, prima occasione disponibile per conoscere le caratteristiche della versione evoluta della vettura. In quarta posizione la Volkswagen Polo R5 di “Ciava” e Michele Perna, con il pilota massese tornato alle competizioni dopo un lungo stop ma protagonista nel confronto rivolto all’ “attico” della classifica. A chiudere la “top five” la Ford Fiesta R5 di Leopoldo Maestrini e Fabrizia Pons, limitati da un problema al differenziale posteriore prontamente risolto dai tecnici del team. Sesta posizione per Giorgio Sgadò e Gabriele De Angeli: per il pilota massese, il Rally del Carnevale è stata la prima occasione per saggiare le potenzialità della Skoda Fabia R5. In settima piazza si sono insediati Pierluigi Della Maggiora e Valerio Favali, tornati sulla Skoda Fabia R5 in vista di una stagione sportiva articolata sulle strade della Coppa Rally di Zona, parti integranti di una classifica assoluta “chiusa” dalla Skoda Fabia R5 di Alessandro Bindi e Fabrizio Vecoli, dalla Renault Clio Williams di Luca Bertolozzi e Chiara Lombardi, prima tra le vetture a due ruote motrici e dalla Renault Clio R3C di Andrea Simonetti e Piero Taccini, decima forza nella prima “vetrina” della stagione rallistica 2021.

Un Rally del Carnevale di grandi contenuti: 108 gli iscritti alla prima stagione rallistica 2021

È un elenco iscritti a tre cifre, quello espresso dal Rally del Carnevale. Tornato “sulla scena” nazionale grazie all’impegno di Automobile Club Lucca e del suo presidente Luca Gelli, in collaborazione con Laserprom 015 e Lucca Corse, l’appuntamento che segnerà l’avvio della stagione rallistica nazionale ha fatto registrare l’adesione di 108 equipaggi iscritti alle due versioni “moderno” e “storico”. Un consenso che ha assecondato le aspettative dell’istituzione automobilistica provinciale, proiettando sulle strade della Versilia due confronti di respiro nazionale e, di conseguenza, di alto contenuto qualitativo. Un Rally del Carnevale che torna a respirare la propria essenza, quella che – nel suo glorioso passato – lo ha elevato in termini di gradimento garantendo ai partecipanti un avvio della stagione agonistica di alto profilo. 

UN ELENCO ISCRITTI DI QUALITÀ: 93 LE VETTURE MODERNE, 15 LE STORICHE. L’attesa, amplificata dal ritorno della gara dopo anni di assenza dal panorama rallistico nazionale, è stata ampiamente premiata da un elenco di pretendenti di grandi contenuti, sia in termini numerici che qualitativi. Un elenco iscritti che garantirà alle tre prove speciali in programma – “Stiava”, “Orbicciano” e “Pedona” – un avvio stagionale all’insegna della massima incertezza. Tredici, le vetture di classe R5 “al via”: uno schieramento “griffato” Skoda, Volkswagen e Ford, marchi che accompagneranno il plateau di rappresentanti della classe maggiore all’impegno inaugurale. A catalizzare le attenzioni degli appassionati saranno la Skoda Fabia R5 di Antonio Rusce, uno degli esponenti della scena nazionale dedicata ai fondi asfaltati, la Skoda Fabia Evo R5 di Thomas Paperini, vincitore della Coppa Rally di Zona VI atteso dalle strade del Tricolore 2021 e il ritorno – dopo sei mesi di inattività sportiva – di Luca Panzani, chiamato a confermare le ottime sensazioni destate sulla Skoda Fabia R5 nell’ultimo impegno disputato, il Rally del Ciocco. Qualità e spettacolo, elementi che chiedono di essere esaltati dalle partecipazioni del grossetano Leopoldo Maestrini, atteso al volante della Ford Fiesta R5, da Gabriele Ciavarella – tornato alle competizioni dopo un anno di stop e presente su Volkswagen Polo R5 – e da un terzetto di Skoda Fabia R5 di grandi prospettive, quelle portate in gara da Alessio Profeta, da Carmine Tribuzio e da Paolo Moricci, reduce dalla soddisfacente esperienza dell’ACI Rally Monza, appuntamento conclusivo del Mondiale Rally 2020. Un elenco partenti valorizzato anche dalle Skoda Fabia R5 di Alessandro Bindi e Giorgio Sgadò – entrambi all’esordio sulla vettura – e da quelle proposte da Vittorio Ceccato e Pierluigi Della Maggiora, chiamati a confermare il soddisfacente trend della stagione 2020, con Marco Casipoli che tornerà al volante della Ford Fiesta R5. Il Rally del Carnevale garantirà agli appassionati anche una esclusiva finestra sul panorama dedicato alle vetture di classe N5, la nuova categoria rappresentata sulle strade della Versilia dalla Renault Clio di Simone Boscariol. Prospettive di grande interesse anche nel confronto dedicato alle vetture storiche, il 1° Rally Storico del Carnevale, impreziosito dalla presenza di piloti di rilievo. A prenotare l’attico della classifica di 4° Raggruppamento saranno la BMW M3 E30 di Giovanni Mori, la Peugeot 205 di Mauro Lenci e la Ford Sierra Cosworth di Valter Pierangioli. Una cornice di spessore, quella dedicata alle vetture che hanno fatto la storia del motorsport, impreziosita dalle adesioni di Beniamino Lo Presti – su Porsche 911 SC – e di Marco Superti, su Porsche 911 RS. 

UNA GARA “A PORTE CHIUSE” MA DI AMPIO RESPIRO MEDIATICO:

DIRETTA STREAMING DELLA PROVA SPECIALE “STIAVA” SU RALLY DREAMER.

In ottemperanza alle disposizioni vigenti in materia di contenimento della diffusione del virus Covid-19, il Rally del Carnevale verrà effettuato rigorosamente “a porte chiuse”, con il quartier generale – la Cittadella del Carnevale, sede di partenza, arrivo e parco assistenza – esclusivamente accessibile agli “addetti ai lavori”. Disposizioni che hanno reso Automobile Club Lucca promotrice di un’iniziativa che coinvolgerà lo staff di Rally Dreamer nella diretta streaming della prova speciale “Stiava”, con la cronaca e le immagini dei passaggi previsti alle ore 8.15 ed alle 15.11, trasmessi attraverso la pagina facebook Rally Dreamer.   

IL RALLY DEL CARNEVALE ACCENDE I MOTORI:

SABATO LO SHAKEDOWN, DOMENICA LA GARA. Il 37° Rally del Carnevale ed il 1° Rally Storico del Carnevale entreranno nel vivo nella giornata di venerdì 12 febbraio, con l’apertura del parco assistenza ai team. L’indomani, sabato 13, sarà dedicato alle fasi di verifica ed all’accensione dei motori, con lo shakedown – il test con vetture da gara – in programma dalle ore 13.45 e valido come prima “sgambatura” della stagione rallistica 2021. La gara vedrà invece la partenza alle ore 7.45 di domenica 14 dalla Cittadella del Carnevale di Viareggio, con i protagonisti attesi al confronto sui chilometri di “Stiava”, “Orbicciano” e “Pedona”, prove speciali che verranno ripetute per tre volte. Alle ore 17, l’arrivo delle vetture storiche e moderne sulla prima pedana della stagione rallistica 2021. 

AC LUCCA E COMUNE DI CAMAIORE INSIEME PER IL RALLY DEL CARNEVALE

In vista del Rally del Carnevale, crescono le collaborazioni dell’Automobile Club di Lucca con le istituzioni del territorio. Dopo Massarosa, infatti, è la volta del Comune di Camaiore, che ha confermato la propria disponibilità a supportare la manifestazione, in programma sulle strade della Versilia dal 12 al 14 febbraio. La volontà di collaborare per la buona riuscita della gara, che coinvolgerà il territorio di Camaiore con due delle tre prove speciali (Orbicciano e Pedona), è stata sottolineata proprio dal sindaco, Alessandro Del Dotto e dal direttore di Ac Lucca, Luca Sangiorgio.
“La collaborazione con gli enti territoriali – commenta il direttore Sangiorgio – è fondamentale. Solo così, infatti, possiamo essere certi di realizzare una manifestazione che sia soddisfacente per tutti. Ringraziamo l’amministrazione comunale di Camaiore per l’opportunità e, come sempre, siamo a completa disposizione per questo e per i prossimi appuntamenti che vorremo organizzare insieme. Con il Comune di Camaiore, infatti, la collaborazione ha origini lontane e molto proficue: con l’amministrazione e con la Polizia Municipale abbiamo organizzato più volte momenti formativi dedicati all’educazione stradale nelle piazze e nelle scuole del territorio e speriamo di poter tornare a farne altri insieme. Per noi, per il mondo motoristico che rappresentiamo, il Rally del Carnevale è un vero e proprio segnale di ripartenza e siamo sicuri possa essere interpretato allo stesso modo anche da chi accoglie la gara”.
LA GARA. La manifestazione, organizzata da Automobile Club Lucca insieme con Laserprom 015 e Lucca Corse, si terrà nell’intera giornata di domenica 14 febbraio, ma aprirà le porte ai partecipanti già da venerdì 12, con l’ingresso nel parco assistenza da parte dei team. Il sabato sarà invece dedicato alle fasi di verifica e allo shakedown, il test con vetture da gara. La partenza della gara è in programma alle 7.45 di domenica 14 dalla Cittadella del Carnevale di Viareggio, con gli spazi circostanti adibiti a parco assistenza. Un format che ricalcherà fedelmente le linee previste dal protocollo generale previsto da Aci Sport per il contenimento della diffusione del Covid-19. A dare il via alle “ostilità” saranno i chilometri di Stiava (5,46), con gli interpreti chiamati ad affrontare un primo giro di prove speciali che interesserà anche l’asfalto di Orbicciano (8,57 km) e quello di Pedona (3,39 km). Tre tratti chilometrati che i partecipanti al Rally del Carnevale affronteranno per tre volte, con gli ampi spazi messi a disposizione da Conad, a Massarosa, sede di due riordinamenti. L’arrivo delle vetture partecipanti è previsto per le ore 17 alla Cittadella del Carnevale.

Tutte le informazioni: www.rallydelcarnevale.itwww.aciluccasport.it.